News
 
INCONTRO E DIALOGO TRA L’ECOMUSEO E AIAMS
ECOMUSEO DEL FREIDANO
Via Ariosto 36 BIS – SETTIMO TORINESE

Carissimo/a Socio AIAMS,
L’associazione Italiana Amici dei Mulini Storici si è costituita nel 2011 ed è la prima organizzazione di questo tipo a livello nazionale. E’ una Associazione culturale senza fini di lucro ed ha per scopo la valorizzazione degli antichi mulini italiani, incoraggiando e sostenendo conferenze, seminari, mostre, pubblicazioni di testi, saggi e articoli.
Intende riunire studiosi ed amici della cultura molitoria e quanti vogliono dare il loro apporto a questa causa e collaborare al censimento e catalogazione dei mulini esistenti.
Si propone infine di incentivare la creazione di cantieri di restauro, ristrutturazione e mantenimento dei mulini; di incoraggiare la nascita di altre Associazioni locali o regionali e di creare collegamenti con quelle esistenti in altri paesi.
Questa mia, è per informare tutti i soci e gli interessati che l’associazione si sta muovendo per essere sempre più presente sul territorio italiano. AIAMS si sta organizzando in gruppi regionali presidiati da vari riferimenti; per quanto concerne la regione Piemonte ha dato disponibilità la Fondazione Esperienze di Cultura Metropolitana, ente gestore dell’Ecomuseo del Freidano, nella persona della sottoscritta Marianna Sasanelli.
Il desiderio è quello di incontrarci, soprattutto per conoscerci e scambiarci  le esperienze, le problematiche e perché no, condividere anche qualche  progetto. L’obiettivo è quello di creare una rete capace di mantenere attive queste realtà uniche .
La S.V. è quindi invitata a partecipare all’incontro che si terrà
SABATO 25 FEBBRAIO
Dalle ore 10 alle ore 12
presso il complesso del Mulino Nuovo, sede dell’Ecomuseo del Freidano
via Ariosto 36 bis – Settimo Torinese
 
per conoscerci di persona, confrontarci e progettare insieme nuovi percorsi.  
In occasione dell’incontro e per tutto il week end – sabato 25 e domenica 26 febbraio dalle ore 15 alle ore 18.30 - sarà possibile visitare gli allestimenti permanenti dell’Ecomuseo del Freidano e la mostra “Mulini e riserie del capitalismo agrario” a cura di Vito A. Lupo e Marianna Sasanelli.
 
 
 
Stiamo anche organizzando, per chi lo desiderasse, un semplice e conviviale pranzo presso un ristorante locale. Per questioni organizzative, si chiede quindi di rispondere a questa mail per confermare la propria presenza all’incontro e la prenotazione  al  pranzo.
 
Maggiori informazioni:
 
Ecomuseo del Freidano
Via Ariosto 36 bis – Settimo Torinese
Tel. 0118028509/505
marianna.sasanelli@fondazione-ecm.it
 
 
 
L’ECOMUSEO DEL FREIDANO
 

La sede, il complesso del Mulino Nuovo di Settimo Torinese
 
L’Ecomuseo è intitolato al rio Freidano, il corso d’acqua che ha accompagnato e condizionato lo sviluppo urbano e proto-industriale del territorio settimese e limitrofo, da San Mauro a Brandizzo, rivestendo un ruolo di primaria importanza nell’economia locale del territorio.
E proprio in uno dei mulini attivati nell’800 lungo le sue rive, oggi l’Ecomuseo del Freidano trova la sua “porta d’ingresso”, tappa significativa Del progetto Ven.To (cicloturistica Venezia-Torino lungo il fiumePo) e del sistema dei parchi dell’area metropolitana torinese, e la sede in cui ospitare attività educative e culturali rivolte al territorio, non solo locale.
Il complesso del Mulino Nuovo di Settimo è diventato un efficace centro di trasformazione del suo brillante passato di mulino da grano in nuova risorsa di sviluppo culturale e turistico.
Varcando la soglia del mulino, il visitatore avrà modo di immergersi in un’atmosfera di altri tempi, grazie ad un recupero realizzato nel pieno rispetto dell’architettura degli spazi industriali e alla presenza ancora inalterata del rio Freidano.
Qui è sono allestiti il Museo Etnografico, il centro visite del Parco del Po e della Collina Torinese e il Parco dell’Energia con installazioni didattiche e interattive.
Un ampio spazio all’interno dell’antico silos ospita le mostre e gli eventi culturali del programma “Eco d’Arte e Cultura”.
Oltre agli allestimenti museali permanenti, l’Ecomuseo si occupa di ricerca, didattica per le scuole di ogni ordine e grado, attività culturali rivolte alle famiglie e alla comunità.